Francesca Rizzato e la magia del bosco.

Finalmente Pupillae torna con le sue interviste! E lo fa alla grande!
Oggi vi presento Francesca, un'artista che riesce a trasportarci nella magia della natura selvaggia attraverso le sue incredibili creazioni. 

Ciao Francesca, parlaci un po' di te!

Sono Francesca, ho 25 anni e sono nata a Livorno, ma da poco vivo a Soriano nel Cimino, un delizioso paese montano in provincia di Viterbo. Mi sono trasferita qui da soli 3 mesi, e l'ho fatto per scelta, perchè mi piace il posto in cui vivo adesso, nel bel mezzo della natura incontaminata! La mia casa si trova ai piedi del bosco che porta su per i Monti Cimini. Per me è molto importante essere sempre a contatto con la natura, perciò qui ho trovato il mio habitat ideale, da cui traggo quotidianamente ispirazione per il mio lavoro. 

 

Quali tecniche usi per realizzare le tue creazioni?

Principalmente lavoro la lana cardata con la tecnica dell'infeltrimento ad ago, con la quale realizzo da piccole miniature a sculture di medie dimensioni. Recentemente ho unito la mia passione per la pittura con quella della lavorazione della lana, creando dei dipinti di lana. Per quest'ultimi mi avvalgo, oltre che della tecnica di infeltrimento ad ago, anche della tecnica di lavorazione della lana infeltrita ad acqua e sapone, con la quale realizzo la base dei dipinti.

Mi piace comunque variare, esperimentare nuove tecniche e materiali, unendo diversi elementi fra loro, a seconda del risultato che voglio ottenere. 

A cosa ti ispiri? 

Sicuramente alla natura! Sono ispirata dal mondo che mi circonda, da ogni suo colore, dalle più piccoli e semplici cose che la natura sa offrire, le quali amo riuscire a cogliere... Una foglia che cade, una farfalla in volo, il fruscio del vento, i sussurri del bosco. La purezza della natura incontaminata, con i suoi odori, le sue forme. Ecco... Tutto questo, con un pizzico di magia, incanto e fantasia. 

 

In che modo il luogo in cui vivi entra in quello che crei?

Involontariamente penso di aver già risposto a questo, nelle domande precedenti :). 

Come dicevo sopra, vivo nel bel mezzo della natura, vicino ad un grande bosco, ed è proprio da questi luoghi che traggo ispirazione ed energia per ciò che creo.

 

Le tue creazioni hanno una forte connessione con la natura ma con i gatti credo che tu abbia un rapporto speciale..

Hai ragione! I gatti sono sempre stati un ossessione per me, hehe. Da piccola ero talmente innamorata di queste misteriose creature da collezionare intere enciclopedie a riguardo. Avevo studiato a memoria tutte le razze e le caratteristiche di ogni gatto! Sono animali speciali con i quali ho sempre avuto un forte legame, forse dovuto anche ad una "tradizione" familiare, nel senso che in famiglia siamo sempre stati tutti un po' gattari, se si può dire. Inoltre sono cresciuta sempre in compagnia di gatti. La mia più cara creatura fu Pira, una bellissima gatta nera, vissuta per ben 17 anni. Ad oggi la mia famiglia di pelosi è composta da 3 gatte (Kitty, Violet e Scarlett) ed 1 cane (Aki). 

  

La tua arte è anche il tuo mestiere o vorresti che lo diventasse?

Ho felicemente abbandonato il mio ex impiego di grafica e penso di non aver mai fatto una scelta migliore di questa nella mia vita!

Non posso fare a meno della mia creatività, è come se avesse costantemente bisogno di essere nutrita (e mi piace pensare che debba essere nutrita di amore).

 

Descrivici un po' l'ambiente nel quale crei.

Prima lavoravo in una scrivania all'angolo del salotto, ma da quando mi sono trasferita, ho adibito una stanza a studio/laboratorio.

Diciamo che è sempre in fase di allestimento per quanto riguarda l'arredamento, ma per il resto è già attivo e funzionante, tutta la mia lana è ben riposta ed organizzata in un mobile a lei dedicata, ed anche la maggior parte degli altri materiali sono al loro posto (prima ero costretta a chiudere tutto in scatole, scatoline e scatoloni di ogni tipo!). La cosa che più mi aggrada è la postazione di lavoro: la scrivania davanti alla finestra dalla quale posso ammirare un panorama mozzafiato, che si affaccia sulla valle, un paesaggio tipico da cartolina. 

C'è una creazione a cui sei particolarmente legata e perchè?

Sicuramente la scultura di una volpe che ho realizzato l'anno scorso. L'avevo realizzata con l'intento di venderla, ma chissà per quale motivo adesso si trova nel salotto, bella in vista sopra il caminetto...! :)

Non c'è un motivo particolare, è solo che i suoi occhi mi hanno stregata, è come se avesse cercato di comunicarmi, di dirmi: voglio stare con te, non lasciarmi!

Ma devo confessare che quando si tratta di sculture di animali di questo genere, è sempre un po' "doloroso" quando se ne vanno, mi lego ad ognuna di esse, sarà per l'amore che ci metto nel crearle!

 

Un luogo naturale o una città che ti ispirano particolarmente?

Il bosco è la mia fonte di ispirazione per eccellenza! La natura selvaggia al suo massimo splendore mi affascina ed intriga completamente, non mi stanca mai. 

Qual è il momento della giornata in cui sei più ispirata?

Dipende dalle stagioni. In estate, al mattino. Quando comincia a far freddo, allora, comincio a cambiare abitudini, trovando ispirazione nel bel mezzo della notte.

 

Ci vuoi dare qualche anticipazione sui tuoi nuovi progetti?

Volentieri. Ho in mente nuove idee che vorrei realizzare a breve. Con il trasloco ho dovuto abbandonare i nuovi progetti, ma adesso sono pronta per riprenderli in mano.

Sono tutti progetti legati alla lavorazione della lana, unita all'utilizzo di elementi naturali. Il tema sarà animali, del bosco e non. Ma tutti con qualcosa in comune, con un richiamo alla natura.

 

E ora domande curiosone!

Film o libro a cui sei legata?

Film: il labirinto del fauno (Guillermo del Toro). Sono follemente innamorata di questo film. Ogni volta che lo guardo, ne sono rapita, come se fosse la prima volta. 

Ho una lista infinita di film che amo, ma se dovessi sceglierne uno in particolare, sceglierei questo.

 

Un aneddoto da bambina.

Da bambina avevo una coniglietta, Pierina. Non volevo mai separarmene, così che un giorno, costretta ad andare in spiaggia, la nascosi nello zainetto e la portai con me.

Così Pierina passò la giornata in spiaggia, ben refrigerata e sorvegliata da mia madre (non molto felice dell'accaduto), attirando l'attenzione dei bagnanti, coccolata da tutti!

Fu un episodio indimenticabile, rimasto perlopiù segreto.

 

Segno zodicale?

Scorpione ascendente scorpione. 

 

Colore preferito da indossare?

Nero, viola e verde

 

Piatto preferito?

Ho un debole per le zuppe di verdure! Con tante spezie e tanto peperoncino.

 

Una canzone o una musica ispiratrice. 

"I Don't Speak Human - Omnia"

 

Un viaggio da cui hai tratto ispirazione.

Egitto. Davvero affascinante e ricco di mistero... Ma nei miei sogni regnano gli Stati Uniti, il Canada e la Finlandia.

 

Complimenti Francesca! Che bello entrare nel tuo mondo!

Per gni volta che vorrete rivivere quest'atmosfera:

La Volpe Cimina

Francesca Rizzato Art

Per portarvi a casa una di queste magnifiche creature:

LaVolpeCimina